Vellutata di patate viola e peperoni gialli / Vitelottes and yellow peppers velvet soup

vegan vellutata-peperoni-patate-viola Vitelottes and yellow peppers velvet soup
Scroll down for English

Era da un po’ che volevo provare le patate viola. Le avevo viste adoperate negli gnocchi e la sfumatura di lilla che donavano all’impasto m’era parsa incantevole. Così, trovandole inaspettatamente al supermarket, non ho saputo resistere. Comprarle e decidere di trasformarle nella vellutata che vedete è stato un tutt’uno. Per questa ricetta, in genere, io opto per le patate a pasta gialla e i peperoni rossi, ma stavolta, avendo a disposizione una tavolozza più ardita, ho ripiegato sui peperoni gialli per armonizzare l’accostamento. Il gusto è molto corposo ma viene alleggerito dal gusto acre dei peperoni e dalla nota pungente delle olive. Perfetta per coccolarsi senza rimorsi e salutare, si spera, questo strano inverno. P.s. ovviamente funziona egregiamente anche nella versione ‘tradizionale’.

More

Cupcakes alla zucca e mandorle / Pumpkin and almond cupcakes

cupcakes vegan zucca e mandorle / vegan pumpkin and almond cupcakes
Scroll down for English

Ricordo quando un secolo fa, più precisamente durante i miei trascorsi londinesi, mi apprestai per la prima volta ad assaggiare un cupcake. Era tutto il pomeriggio che curiosavo nei magazzini Harrods, al che, piuttosto provato, scorsi l’insegna di un posto famoso per i suoi cupcake, quale occasione migliore? Erano lì, scintillanti, sontuosi e colorati che mi imploravano di essere mangiati. Così, forzando una decisione che tardava ad arrivare, optai per un classico alla vaniglia e mi sedetti con la mia tazza di tè nel grazioso tavolino stile liberty. Ma l’incanto, tanto sognato, svanì al primo morso. Una sensazione di untuosa, soffocante massa burrosa invase il mio palato, mentre cercavo di capire che fine avesse fatto il dichiarato aroma di vaniglia. A metà dell’impresa dovetti fermarmi perchè sul mio stomaco giaceva una colata di cemento. Lo scopo dichiarato, quindi, era quello di sgrassare i famosi dolci in tazza senza togliere niente alla loro proverbiale magia. Devo dirmi più che soddisfatto dal risultato: l’inconfondibile sapore della zucca si sposa a meraviglia con quello della mandorla e ne bilancia la naturale oleosità. Tutto questo, tra l’altro, senza adoperare la margarina che non è propriamente salutare e contiene in genere olio di palma non annoverato tra i prodotti ecosostenibili. Avanti in cucina allora, tutti a fare i cupcakes!

More